regione veneto

camera commercio veneto

Logo UILveneto

veneto consumatori

adoc nazionale

Logo UIL

unioncamere

 helpconsumatori

AGCOM

 

logo cncu

5x1000Box

TESSERAMENTO2016

 

Disdetta Sorgenia

Gli utenti che decidono di interrompere la fornitura di energia elettrica sottoscritta con Sorgenia, possono inviare una lettera di recesso al seguente indirizzo:
SORGENIA SPA - Casella postale 14287 - 20152 Milano
La lettera va inviata con Raccomandata A/R e con un preavviso di almeno 30 giorni, secondo le disposizioni in materia del Decreto Bersani. Sorgenia è molto attenta alle esigenze dei consumatori e le informazioni sulla procedura di disdetta sono comunicate con chiarezza e completezza anche sul sito istituzionale. L'azienda mette a disposizione dei consumatori anche un modulo di disdetta che naturalmente va stampato, compilato in ogni sua parte, firmato ed inviato a mezzo raccomandata postale, come da procedura prevista per legge.

Adoc ad Agcom, dichiarazioni di Bip Mobile incomplete e fuorvianti. Chiesto intervento rapido per Fondo di Garanzia e sblocco delle procedure di portabilità

In merito al caso Bip Mobile, che vede potenzialmente coinvolti oltre 200mila utenti, l'Adoc ha inviato una lettera all'Autorità Garante delle Comunicazioni, nella quale ha evidenziato, innanzitutto, come il contenuto delle dichiarazioni da parte dell'operatore in questione, apparse sul sito aziendale all'indirizzo store.bip.it, contrariamente a quanto richiesto e comunicato alle Associazioni dei consumatori in occasione dell'incontro del 20 gennaio scorso, sia non solo incompleto e non trasparente ma anche fuorviante e in grado di creare false illusioni e aspettative, in particolare verso quei consumatori, circa 70mila, che ancora oggi non hanno avviato la richiesta di portabilità del proprio numero. Ma anche verso quegli utenti che, nonostante il corretto inoltro della richiesta di portabilità, non hanno ancora visto riconosciuto integralmente il proprio credito acquistato che, secondo le normative del settore, è un obbligo che rimane in capo all'operatore "donor", ossia Bip Mobile. Contestualmente l'Adoc, a seguito di numerose segnalazioni da parte degli utenti coinvolti, ha richiesto all'Agcom di verificare e di escludere la possibilità che un terzo soggetto sub-fornitore di Bip Mobile possa aver interrotto le procedure di portabilità, pericolo già paventato durante la riunione tra Associazioni, operatore e Agcom dello scorso 20 gennaio. L'Adoc, infine, ha richiesto all'Agcom di convocare urgentemente un tavolo tecnico al fine di definire la creazione di un Fondo di garanzia a tutela sia dei diritti dei consumatori sia della tenuta generale del sistema.

Firmato protocollo tra artigiani, consumatori, regione Veneto, comune di Venezia per la tutela del vetro di Murano.

Lavorazione vetro artistico di MuranoTutela dell'autenticità, repressione delle imitazioni e dei falsi e valorizzazione della cultura e della tradizione locale sono gli obiettivi di un protocollo d'intesa unitario per il vetro di Murano e il suo marchio di tutela, per i merletti di Burano e per le maschere veneziane. Il documento è stato sottoscritto da Regione, Comune e Camera di Commercio di Venezia, romovetro, organizzazioni artigiane (Confartigianato provinciale e comunale di Venezia, CNA provinciale e comunale e Casartigiani Venezia) e Associazioni dei Consumatori del Veneto (Adiconsum Veneto, Adoc Veneto, Federconsumatori Veneto; Lega Consumatori Veneto, La Casa del Consumatore Veneto, Unione Nazionale Consumatori Veneto, Movimento Consumatori Veneto). Il protocollo impegna i firmatari ad "un'azione coordinata volta a realizzare condizioni di piena trasparenza nel commercio dei prodotti vetrari, dei merletti e delle maschere", evitando vere e proprie truffe ai consumatori. Per questo saranno avviate azioni di informazione capillare e sensibilizzazione dei consumatori; di sensibilizzazione dei produttori e dei commercianti sul valore culturale e commerciale della lavorazione artistica veneziana; di informazione sulle norme che regolamentano le lavorazioni artistiche veneziane e sulla normativa di legge che disciplina la trasparenza dell'etichettatura dei prodotti. Verranno inoltre raccolte le segnalazioni su pratiche commerciali sospette e/o scorrette; si procederà ad una attività ispettiva, con particolare riguardo alle situazioni passibili di ingenerare rischio di confusione circa la qualità e la provenienza dei prodotti offerti; verrà effettuata una attività di indagine sulle produzioni, per verificarne la corrispondenza tra caratteristiche dichiarate ed effettiva natura.

Destina il 5 per 1000 all'Adoc

  5x1000
 
Destinare il 5 per mille è semplice: basta mettere una firma e il codice fiscale dell'Adoc (96112810583) nello spazio che si trova nei modelli per la dichiarazione dei redditi (modello 730, UNICO e CUD).

Bonus famiglia numerosa Regione Veneto. C’è tempo fino all’11 aprile

famiglia numerosaI beneficiari del bonus famiglia sono le famiglie con parti trigemellari o con numero di figli pari o superiore a quattro (figli conviventi e non, di età inferiore o uguale a 26, 27 anni non compiuti e a carico IRPEF). Il bonus famiglia può essere
richiesto da persone fisiche, iscritte all'anagrafe tributaria ed aventi il domicilio fiscale in Italia. In particolare può essere richiesto da uno dei due genitori purché in possesso di requisiti, al momento della presentazione della domanda al Comune di residenza.
Come e quando richiedere il bonus?
Si può richiedere dall'11/02/2014 ed entro il termine perentorio delle ore 12.00 dell' 11/04/2014 e i deve compilare ed inviare via web la domanda, seguendo le istruzioni che troverà nel sito internet: https://salute.regione.veneto.it/web/sociale, nella parte riservata al richiedente.  Recarsi presso il Comune di residenza ed esibire i seguenti documenti: - modulo della domanda ricevuto dalla procedura web; - copia fotostatica del documento d'identità in corso di validità; - attestazione ISEE in corso di validità; - copia della carta di soggiorno per ciascun membro il nucleo famigliare; oppure inviare copia dei
suddetti documenti al Comune di residenza.

Bonus famiglia numerosa Regione Veneto. C’è tempo fino all’11 aprile

famiglia numerosaI beneficiari del bonus famiglia sono le famiglie con parti trigemellari o con numero di figli pari o superiore a quattro (figli conviventi e non, di età inferiore o uguale a 26, 27 anni non compiuti e a carico IRPEF). Il bonus famiglia può essere
richiesto da persone fisiche, iscritte all'anagrafe tributaria ed aventi il domicilio fiscale in Italia. In particolare può essere richiesto da uno dei due genitori purché in possesso di requisiti, al momento della presentazione della domanda al Comune di residenza.
Come e quando richiedere il bonus?
Si può richiedere dall'11/02/2014 ed entro il termine perentorio delle ore 12.00 dell' 11/04/2014 e i deve compilare ed inviare via web la domanda, seguendo le istruzioni che troverà nel sito internet: https://salute.regione.veneto.it/web/sociale, nella parte riservata al richiedente.  Recarsi presso il Comune di residenza ed esibire i seguenti documenti: - modulo della domanda ricevuto dalla procedura web; - copia fotostatica del documento d'identità in corso di validità; - attestazione ISEE in corso di validità; - copia della carta di soggiorno per ciascun membro il nucleo famigliare; oppure inviare copia dei
suddetti documenti al Comune di residenza.

Questo sito utilizza cookies per la sua funzionalità. Utilizzandolo accetti che vengano scaricati sul tuo apparecchio.

Leggi la privacy policy

Leggi la direttiva europea sulla e-privacy

Hai rifiutato i Cookie. Questa decisione può essere cambiata.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.