regione veneto

camera commercio veneto

Logo UILveneto

veneto consumatori

adoc nazionale

Logo UIL

unioncamere

 helpconsumatori

AGCOM

 

logo cncu

5x1000Box

adoc-tess2017 fronte-compressor

Il bollo auto va abolito, ma no all'aumento delle accise

Con aumento accise su carburanti danno per tutti i cittadini a causa del rialzo dei costi di trasporto dei beni. In Italia il 90% del trasporto merci avviene su gomma.

bolloauto

Abolire il bollo auto e contestualmente aumentare le accise sui carburanti, come proposto da Matteo Renzi incontra il parere contrario dell’Adoc. Renzi infatti afferma che in questo modo pagherebbe soltanto chi inquina, ma questo non è vero. Un aumento delle accise comporterebbe un ricarico gravoso per tutti i consumatori.

Leggi tutto: Il bollo auto va abolito, ma no all'aumento delle accise

Il bollo auto va abolito, ma no all'aumento delle accise

Con aumento accise su carburanti danno per tutti i cittadini a causa del rialzo dei costi di trasporto dei beni. In Italia il 90% del trasporto merci avviene su gomma.

bolloauto

Abolire il bollo auto e contestualmente aumentare le accise sui carburanti, come proposto da Matteo Renzi incontra il parere contrario dell’Adoc. Renzi infatti afferma che in questo modo pagherebbe soltanto chi inquina, ma questo non è vero. Un aumento delle accise comporterebbe un ricarico gravoso per tutti i consumatori.

Leggi tutto: Il bollo auto va abolito, ma no all'aumento delle accise

Canone Tv, spostato al 16 maggio il termine per presentare la dichiarazione sostitutiva

vecchia tv

L’Agenzia delle Entrate ha anche chiarito i casi in cui il consumatore è tenuto a presentare la dichiarazione sostitutiva, tramite esempi leggibili di seguito. Per maggiori informazioni sulla nuova normativa è possibile consultare la Guida sul Canone Rai realizzata dall’Adoc e scaricabile a questo link: http://www.adocnazionale.it/download/canone-tv-la-guida-completa/

I consumatori avranno più tempo per presentare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla Tv. Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate viene spostato al 16 maggio 2016 il termine unico entro cui presentare la dichiarazione, sia in forma cartacea che online (in precedenza il termine era stato fissato al 30 aprile). In questo modo, i contribuenti possono presentare la dichiarazione in tempo utile per evitare l’addebito del canone da parte delle imprese elettriche, a partire dal mese di luglio 2016, qualora abbiano i requisiti previsti dalla legge.

Il provvedimento aggiorna anche le istruzioni relative alla compilazione del modello di dichiarazione sostitutiva, per tenere conto dei chiarimenti sulla definizione di apparecchio televisivo contenuti nella nota n. 9668 del 20 aprile 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico ai fini del canone di abbonamento alla televisione. Il modello di dichiarazione sostitutiva e le istruzioni per la compilazione del modello, approvati con il provvedimento del 24 marzo 2016, vengono quindi sostituiti da quelli approvati con il nuovo provvedimento. Restano ovviamente valide le dichiarazioni di non detenzione già presentate.

Leggi tutto: Canone Tv, spostato al 16 maggio il termine per presentare la dichiarazione sostitutiva

Canone Tv, spostato al 16 maggio il termine per presentare la dichiarazione sostitutiva

vecchia tv

L’Agenzia delle Entrate ha anche chiarito i casi in cui il consumatore è tenuto a presentare la dichiarazione sostitutiva, tramite esempi leggibili di seguito. Per maggiori informazioni sulla nuova normativa è possibile consultare la Guida sul Canone Rai realizzata dall’Adoc e scaricabile a questo link: http://www.adocnazionale.it/download/canone-tv-la-guida-completa/

I consumatori avranno più tempo per presentare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla Tv. Con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate viene spostato al 16 maggio 2016 il termine unico entro cui presentare la dichiarazione, sia in forma cartacea che online (in precedenza il termine era stato fissato al 30 aprile). In questo modo, i contribuenti possono presentare la dichiarazione in tempo utile per evitare l’addebito del canone da parte delle imprese elettriche, a partire dal mese di luglio 2016, qualora abbiano i requisiti previsti dalla legge.

Il provvedimento aggiorna anche le istruzioni relative alla compilazione del modello di dichiarazione sostitutiva, per tenere conto dei chiarimenti sulla definizione di apparecchio televisivo contenuti nella nota n. 9668 del 20 aprile 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico ai fini del canone di abbonamento alla televisione. Il modello di dichiarazione sostitutiva e le istruzioni per la compilazione del modello, approvati con il provvedimento del 24 marzo 2016, vengono quindi sostituiti da quelli approvati con il nuovo provvedimento. Restano ovviamente valide le dichiarazioni di non detenzione già presentate.

Leggi tutto: Canone Tv, spostato al 16 maggio il termine per presentare la dichiarazione sostitutiva

Conciliazione Paritetica - Sai cos'è?

Se hai mai ricevuto una bolletta troppo cara o con servizi aggiuntivi non richiesti, se hai subito un disagio dal tuo operatore, come una sospensione improvvisa del servizio o un'attivazione non richiesta, puoi risolverli con la conciliazione paritetica!

Conciliazione Paritetica - Sai cos'è?

Se hai mai ricevuto una bolletta troppo cara o con servizi aggiuntivi non richiesti, se hai subito un disagio dal tuo operatore, come una sospensione improvvisa del servizio o un'attivazione non richiesta, puoi risolverli con la conciliazione paritetica!

Questo sito utilizza cookies per la sua funzionalità. Utilizzandolo accetti che vengano scaricati sul tuo apparecchio.

Leggi la privacy policy

Leggi la direttiva europea sulla e-privacy

Hai rifiutato i Cookie. Questa decisione può essere cambiata.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.